Regione Campania

CONTESTI TERRITORIALI

60

Il contesto territoriale più grande per popolazione è quello di Napoli, mentre per estensione quello di Vallo della Lucania.

VEDI I CONTESTI PILOTA

COMUNI

550

ESTENSIONE (in Km²)

13.600

POPOLAZIONE

5.801.692

DENSITÀ

(pop per km² )

130

COMUNI

(con più di 10.000 abitanti)

131

Informazioni sul territorio

Sismicità e geologia

La sismicità strumentale degli ultimi 35 anni della Campania è distribuita lungo la dorsale appenninica, sede di alcuni dei più forti terremoti storici occorsi in Italia. A questa si aggiunge la sismicità associata all'attività dei vulcani campani.

Dalla carta dei substrati geologici e dei terreni di copertura, realizzata secondo la legenda della Carta Geologico-tecnica per la Microzonazione Sismica, è possibile suddividere la Regione Campania in 3 settori, rispettivamente da ovest verso est:

  • la piana Campana, in cui prevalgono terreni di copertura prevalentemente granulari derivanti dall’alterazione delle unità vulcaniche;

  • l’asse della catena appenninica, caratterizzata in prevalenza da litotipi appartenenti alla classe dei substrati lapidei costituiti dalle unità di piattaforma carbonatica;

  • Il settore più orientale, in cui predominano i litotipi appartenenti alle classi dei substrati coesivi e granulari, costituiti dalle unità bacinali e sinorogene.

Il 65% dei Comuni della Regione è considerato a moderata pericolosità sismica, il 23% lungo la fascia appenninica ad alta pericolosità mentre, il 12% dei Comuni è classificato a bassa pericolosità.

La Regione Campania presenta inoltre due grandi aree soggette ad elevata pericolosità vulcanica, quali l’area vesuviana e la zona dei Campi Flegrei con le relative isole.

Prevenzione e gestione dell'emergenza

STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA

425

Comuni sono considerati ad altà pericolosità (ag>0.125)

28%

ha uno studio di Microzonazione sismica di primo livello validato.

54%

ha uno studio di microzonazione sismica da realizzare o in corso di realizzazione

125

Comuni sono considerati a bassa pericolosità (ag<0.125)

ANALISI DELLA CONDIZIONE LIMITE PER L'EMERGENZA DEI COMUNI

Il gruppo di lavoro

A ciascuna regione è assegnato un gruppo di lavoro composto da diverse figure professionali: un coordinatore delle attività, un ingegnere, un architetto ed un geologo.

B Extra2 - Referente Affiancamento Regioni
D1-CAM - Componente del gruppo di lavoro "Microzonazione Sismica e Pericolosità Sismica Locale" e del gruppo di lavoro "Regione Campania"
E1-CAM - Componente del gruppo di lavoro "Microzonazione Sismica e Pericolosità Sismica Locale" e del gruppo di lavoro "Regione Campania"