Regione Siciliana

CONTESTI TERRITORIALI

47

Il contesto territoriale più grande per popolazione è quello di Palermo, mentre per estensione quello di Enna.

VEDI I CONTESTI PILOTA

COMUNI

390

ESTENSIONE (in Km²)

25.832

POPOLAZIONE

4.999.891

DENSITÀ

(pop per km² )

194

COMUNI

(con più di 10.000 abitanti)

112

Mappa interattiva regionale

Clicca sul contesto per esplorare gli indicatori
Just some placeholder content. Edit the module to change it.

Informazioni sul territorio

Sismicità e geologia

La sismicità strumentale degli ultimi 35 anni, legata al contesto geodinamico del Tirreno meridionale e all’attività vulcanica, è concentrata in corrispondenza l’arcipelago delle Eolie e nell’area etnea.

La sismicità storica fortemente risentita nell’isola ha origine prevalentemente lungo il settore centro orientale dell’isola, ad est nella valle del Belice.

Dalla carta dei substrati geologici e dei terreni di copertura, realizzata secondo la legenda della Carta Geologico-tecnica per la Microzonazione Sismica, è possibile suddividere la Regione Siciliana in 3 settori:

  • I monti Peloritani, a nord dell’Etna, in cui predominano i litotipi appartenenti alla classe dei substrati lapidei, costituiti dalle unità cristallino-metamorfiche;

  • L’avampaese Ibleo, al margine sudorientale dell’isola, in cui prevalgono i litotipi appartenenti alla classe dei substrati lapidei, costituiti dalle unità di piattaforma carbonatica;

  • La Catena Appenninico-Maghrebide, ad ovest dell’Etna, in cui predominano, a nord, i litotipi appartenenti alla classe dei substrati lapidei ed alternanze di litotipi, costituiti dalle unità di piattaforma carbonatica e di bacino e, a sud, dai litotipi appartenenti alla classe dei substrati granulari e coesivi, costituiti dalle unità sinorogene.

La Classificazione sismica Regionale riporta gran parte della Regione Siciliana a moderata pericolosità (84% dei Comuni) mentre, il 7% (27 Comuni) ad alta pericolosità, ed il restante 9% a bassa o nulla pericolosità.

Oltre al rischio sismico, la presenza dell’Etna, dell’arcipelago vulcanico delle Eolie e di vari vulcani attivi sottomarini, la rendono anche una Regione ad elevato rischio vulcanico.

Prevenzione e gestione dell'emergenza

STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA

282

Comuni sono considerati ad altà pericolosità (ag>0.125)

21%

ha uno studio di Microzonazione Sismica di primo livello validato.

79%

ha uno studio di Microzonazione Sismica da realizzare o in corso di realizzazione

108

Comuni sono considerati a bassa pericolosità (ag<0.125)

ANALISI DELLA CONDIZIONE LIMITE PER L'EMERGENZA DEI COMUNI

0%

dei comuni ha uno studio validato

100%

dei comuni ha uno studio da realizzare o in corso di realizzazione

Il gruppo di lavoro

A ciascuna regione è assegnato un gruppo di lavoro composto da diverse figure professionali: un coordinatore delle attività, un ingegnere, un architetto ed un geologo.

B Extra2 - Referente Affiancamento Regioni
F4-SIC - Componente del gruppo di lavoro “Contesti territoriali, CLE e pianificazione dell’Emergenza” e del gruppo di lavoro "Regione Siciliana"
D4-SIC - Componente del gruppo di lavoro "Microzonazione Sismica e Pericolosità Sismica Locale" e del gruppo di lavoro "Regione Siciliana"
E4-SIC - Componente del gruppo di lavoro "Valutazione operatività del sistema" e del gruppo di lavoro "Regione Siciliana"